Ametista grande (art. 1003)

Home » Prodotti » Ametista grande (art. 1003)

Ametista grande (art. 1003)

80,00 70,00

1 disponibili

Effetti sul corpo, sulla mente e sullo spirito.

L’Ametista, come detto, lavora a livello “alto”. Agisce sul pensiero, equilibrandolo. Facendo questo ha effetti anche a livello più “basso”, ovvero sulla materia, sul corpo.

Tra le proprietà che le vengono riconosciute, c’è quella di calmare l’ansia, allontanando gli incubi notturni e lasciando quindi spazio all’attività onirica. Oltre a favorire i sogni, incrementa anche l’attività medianica. A livello fisico scioglie le tensioni, interviene sul sistema endocrino e su quello immunitario. Agisce sull’emisfero destro del cervello e sulle ghiandole pituitaria e pineale. In generale è utile contro tutte le forme di mal di testa.

L’ametista serve anche per purificare gli ambienti. Tenuta in camera da letto, aiuta ad avere un sonno sereno.

Questa Pietra ha un alto valore intrinseco, non la potrete trovare nei mercatini perché:

E’ stata sottoposta a rito di purificazione, che dura nel tempo, per rimuovere  ogni carica energetica negativa e successivamente è stata  caricata di energia di attrazione positiva dalla nostra Maya.

L’oggetto viene spedito a casa gratuitamente e in forma anonima.

Ci raccomandiamo, dopo l’ acquisto di chiamare il numero 075-59.79.022 per confermare la prenotazione.

1 disponibili

COD: 1003 Categoria: Tag: , , , , ,

Descrizione

L’ametista, un varco verso la visione superiore

Ecco come funziona l’Ametista, La realtà non si limita a ciò che vediamo e tocchiamo. Esiste anche dell’altro. Ma questo “altro” possiamo vederlo solo aprendo livelli di percezione superiore. Esiste un’unica pietra capace di favorire la percezione. Si tratta proprio dell’’Ametista.

L’ametista, tra Acqua e fuoco

Questo splendido  quarzo si forma nel magma vulcanico tramite un processo idrotermale. Il suo particolare colore, che va dal violetto al vinaccia, è dovuto alla presenza di ferro all’interno del reticolato cristallino. E’ adatta sia agli uomini che alle donne, in quanto   è una pietra lunare che risveglia l’aspetto femminile dell’Universo che è presente in ciascuno di noi e che riguarda l’intuizione superiore.

Come e dove usare l’Ametista

L’Ametista può essere sia tenuta in casa, che portata con sé durante gli spostamenti. All’interno degli ambienti, li purifica. Se posta sul comodino in camera da letto, aiuta ad avere sogni lucidi e sereni. Stretta tra le mani o tenuta in tasca, aiuta il suo possessore ad avere sempre una visione chiara delle situazioni. Se fissata, durante le meditazioni, apre invece alla visione superiore ed al contatto con il Divino.

Perché e come funziona

L’Ametista lavora a livelli energetici molto alti, essendo legata al Sesto chakra Ajna  (“Fronte o Terzo Occhio”) e settimo chakra Sahasrara (“Corona”). Le sue vibrazioni “puliscono” il terzo occhio e stimolano la percettività della Corona.

Nello specifico agisce sul pensiero, equilibrandolo. Facendo questo, ha effetti anche a livello più “basso”, ovvero sulla materia, sul corpo.

Effetti sul corpo dell’Ametista

Tra le proprietà che le vengono riconosciute, c’è quella di calmare l’ansia, allontanando gli incubi notturni e lasciando quindi spazio all’attività onirica. Oltre a favorire i sogni, incrementa anche l’attività medianica.  A livello fisico scioglie le tensioni, interviene sul sistema endocrino e su quello immunitario. Agisce sull’emisfero destro del cervello e sulle ghiandole pituitaria e pineale. In generale è utile contro tutte le forme di mal di testa.

Mitologia.

L’utilizzo dell’Ametista per schiarire il pensiero e la percezione risale alla notte dei tempi. Non a caso, il nome “Ametista” deriva dal greco antico amethystos e significa “colui che non si ubriaca”.

Secondo il mito greco, Bacco, dio del vino, si innamorò, non ricambiato di Ametista, ninfa dei boschi.  La giovane, per sfuggire al suo spasimante, si rivolse a Diana, dea della caccia, che la trasformò in un cristallo purissimo. Bacco, per cercare di riportare in vita la giovane, versò sul cristallo del vino rosso: da qui il suo colore. L’incantesimo di Diana risultò più potente di quello di Bacco. Ametista rimase cristallo, un cristallo speciale, in grado di contrastare gli effetti del vino.

La pietra di Papi e Re

La capacità di questo pietra di mantenere la lucidità mentale l’ha resa molto cara agli uomini chiamati a ruoli di comando. Ai tempi dei Greci e dei Romani, anelli di bronzo con un’ametista erano considerati antidoti contro il male.

Dal Medio Evo fino ai giorni nostro, l’Ametista è stata utilizzata dall’alto clero e dalla nobiltà. E’ presente  nell’anello di cardinali, re, papi poiché permette il dominio della materia attraverso la conoscenza dello spirito.

Torna alla categoria pietre naturali

Torna alla pagina principale Negozio Esoterico

 

 

Call Now ButtonChiama numero urbano